Il porto sepolto « Essenza Indivisibile

Il porto sepolto

Vi arriva il poeta
e poi torna alla luce con i suoi canti
e li disperde

Di questa poesia
mi resta
quel nulla
d’inesauribile segreto

 

Mariano, il 29 giugno 1916

Giuseppe Ungaretti

Quanti ricordi legati a questa poesia..il fervore poetico adolescenziale, l’affannosa ricerca di una poetica personale che si tingeva dei maestri superbi della letteratura. Per me la poesia, come allora, è racchiusa nel senso di questo porto sepolto.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>