Quiz della settimana!!! « Essenza Indivisibile

Quiz della settimana!!!

Indovina indovinello! Secondo voi che piatto è rappresentato nelle due foto qui sotto? Grimmo dice che non si capisce niente dalle foto, quindi vi voglio proporre questo giochetto per vedere se avete l’occhio aguzzo!! Poi nel prossimo post vi svelerò il segreto (di Pulcinella ahahahah) e vi do anche la ricetta!

e questa è la seconda foto del mistero!! 🙂

11 comments to Quiz della settimana!!!

  • S F I N C I O N E
    Ma io non conto, lo riconoscerei anche ad occhi chiusi… 😀

  • ci sono le patate… ed è qualcosa di gratinato …
    con il pomodoro…
    sicuramente un piatto siciliano…
    magari un pesce cotto al forno…
    mi butto: baccalà?! :-))

  • In effetti… Quei tocchettini potrebbero essere delle patate e dare l’impressione che si tratti del famoso piatto siciliano “U baccalà a sfinciuni”, però resto sui miei passi e continuo a pensare che sia solo sfincione e che quelle in primo piano non siano patate ma tocchettini di caciocavallo.
    Nella seconda foto si nota troppo bene a sinistra il bordo di una pizza/focaccia cotta.
    Spero di non sbagliarmi, ma anche se così fosse, mamma mia che bell’aspetto!
    Da addentare!!!!

  • Excalibur

    @Alberto U baccalà a sfinciuni?? Questo piatto non l’avevo mai sentito!! 🙂
    Comunque ok ok hai vintoooooooo mannaggia a te!! Neanche un pò di suspence!!!! Uffa! Scherzo ovviamente! Sapevo che un sicliano avrebbe indovinato subito!! :)Nel prossimo post la ricetta e le foto + comprensibili!
    @Essenza Riposta sbagliata! 😛 Scherzo! Comunque hai azzeccato che si tratta di un piatto siciliano! Un abbraccio cara

  • Fra, grazie!
    Mai sentito parlare “ru baccalà a sfinciuni”???
    Molto semplice, vedi tutta la prelarazione che hai fatto?
    Anzichè usare l’impasto per la focaccia, come base nella teglia devi usare del baccalà ammollato e ben lavato, asciugato, posto nella teglia e condito in superficie con lo stesso identico intigolo che hai preparato.
    Adesso mi sfugge, ma credo che il caciocavallo non vada messo.
    Abbondantissima cipolla, tutto quello splendido sugo e poi in superficie abbondante pangrattato, per fargli venire quella crosticina dorata speciale speciale!
    La cottura adesso non so quantificarla, però dei bei pezzi di baccalà vorranno sempre dai tre quarti d’ora in su!
    Dimenticavo, un ditino d’acqua sul fondo della teglia per non far seccare troppo il pesce!
    Questo tu quiz settimanale è davvero carino!
    Lo riproporrai??? 😀
    Un abbraccio e a presto!

  • Ho trovato questo sul web:
    http://www.palermoweb.com/panormus/gastronomia/pesce_bastone.htm
    In effetti servono anche le patate per la ricetta che ti avevo proposto!
    Buona lettura! 😀

  • Non lo so!!!
    Il pomodoro e le patate le vedo anch’io, ma non ho mai assaggiato un piatto del genere: quando ci sveli il mistero?

  • Excalibur

    @Geillis La riposta l’ha data Alberto! Si tratta dello sfincione siciliano! La ricetta la pubblico nel prossimo post con tutte le precisazioni!

  • io volevo partecipare… ma tardi arrivai….
    O sfinciuni mi piace molto, dovrei avere anche una mia vecchia versione da qualche parte, dei miei anni in Sicilia, se la trovo te la posto.
    Abbracci
    SMT

  • […] Che soddisfazione, lo sfincione!!! 2 Ottobre 2008 Archiviato in: Pappa, Piatti tipici, Pizza, Ricette, Sicilia — Excalibur @ Essì proprio una soddisfazione enorme!! Vedere e sentire al palato la morbidezza della pasta, gli ingredienti della farcitura ben dosati, il dolce della cipolla e il saporito dell’acciuga e del caciocavallo! Il merito non posso prendermelo tutto io, perchè la ricetta l’ho ripresa pari pari (a parte la tuma che non avevo e le cipolle che sono bianche invece di rosse) da Claudia di Scorza d’Arancia, una garanzia vi assicuro!! Da premettere che a me la pizza alta non piace particolarmente, ma questa è venuta così soffice e gustosa che non ho potuto resistere!!! Eccovi nelle foto uno sfincione più comprensibile di quello mostrato nel quiz del post precedente!! […]

  • Infatti non l’ho mai mangiato, ecco perchè non l’ho riconosciuto