Esperimento pizza ripiena « Essenza Indivisibile

Esperimento pizza ripiena

 

La pizza, posso ormai affermare, mi riesce facile avendo nei geni, come ho già detto in passato, l’eredità pizzaiola dei miei genitori. Quella ripiena però non la faccio spesso, anzi direi che l’esperimento dell’altro giorno è stato il secondo della mia vita.

A farmi decidere è stata la presenza nel mio frigo di un meraviglioso ed ammiccante “ciauscolo” marchigiano recatoci in dono dalla nostra amata Fatina Miriam. L’abbinamento mi è poi venuto automatico con lo stracchino, ed ecco qua un’ottima pizza ripiena con ciauscolo e stracchino! Questo incredibile insaccato (per chi non l’avessa mai mangiato, è simile ad un salame o una salsiccia fresca cruda) può essere utilizzato in tantissime preparazioni, grazie alla sua versatilità e morbidezza, è ottimo sia spalmato su fette di pane caldo (la morta sua!!), sia in risotti o nel mio caso come farcitura della pizza!

In questo caso le dosi per la pizza non ve le posso lasciare…per quanto mi sforzi ormai vado ad occhio!!

I miei genitori quando gestivano ancora la pizzeria erano soliti fare tantissime varianti di pizza al taglio ripiena, ma le mie preferite erano sicuramente quella con tonno e sottaceti e quella con spinaci o bietola e la ricotta…erano davvero spettacolari!

Le altre pizze, questa volta non ripiene per i quali i mei erano “famosi” erano quelle che noi chiamavamo parmigiana di melanzane e di zucchine! Una bomba calorica ma erano di un buono che non vi dico!

Forse prima o poi riuscirò a ripoporle anche in casa anche se fare quella con le verdure sarà difficile vista l’idiosincrasia di mio marito per le verdure 😉

5 comments to Esperimento pizza ripiena

  • Mi sembra che l’esperimento sia riuscito benissimo,peccato per le dosi, ma anche a me succede quando faccio la pasta fresca e non do mai le dosi della farina, perchè ormai vado ad occhio e a quanto le uova ne raccolgono. Buon compleanno del tuo blog.Ciao Simonetta

  • fra

    mamma mia sembra davvero buonissima! Il ciauscolo non l’ho mai provato, ma la tua descrizione mi ha proprio incuriosito e la pizza ripiena è qualcosa che devo proprio provare a fare!
    Un bacione

  • Miriam

    Io ho provato questo salume dall’aroma ipnotico a Gubbio, dentro un fantastico panino fresco… E’ stato subito amore… L’utilizzo nel risotto ricorda un po’ l’uso della salamella nella Panissa, quindi un uso nobile, ma non lo preferirei.
    La tua focaccia secondo gli ha messo la corona in testa 😀

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>